Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

Trasparente, innovativo, #sostenibile. E' il cantiere a impatto zero di #SAIE

Trasparente, innovativo, sostenibile. E' il cantiere a impatto zero di SAIE
TAG:
bioedilizia, fotovoltaico, incentivi, involucro, materiali, normativa sismica, recupero

Vota questa notizia (1 voti):


Condividi:
      
Invia ad un amico
Stampa



“Cantiere a impatto zero” è l’iniziativa che ASCOMAC sviluppa insieme con SAIE, come testimonianza dell'impegno e dell'attività di Ascomac e dei propri Associati sul tema della Sostenibilità nella filiera dell'Edilizia e delle Costruzioni.

Il cantiere a impatto zero – edile, stradale, nautico/navale - è un modello di processo sostenibile, fondato su:

- Legalità e Trasparenza normativa, amministrativa
- Applicazione delle regole di Statica e Antisismica
- Innovazione tecnologica, con l’utilizzo di macchine, attrezzature, impianti, materiali ad elevate prestazioni, ecoefficienti e ad alta riciclabilità
- Professionalità e Competenze delle maestranze attraverso Formazione e Addestramento
- Semplificazione burocratica che porta ad avere cantieri caratterizzati da:
- basso consumo di carbonio, a ridotto consumo di acqua, a ridotta produzione di rifiuti
- Riduzione massima fino all’eliminazione degli infortuni e del rischio statico, sismico e idrogeologico,
- Riduzione del carico di burocrazia

Il tutto nel pieno rispetto della legge, della legalità, della sicurezza, dell’ambiente.

Il “Modello di Cantiere a impatto zero”, ideato, progettato e sviluppato da Ascomac in collaborazione con BolognaFiere sarà presentato a SAIE 2014 - BUILT ENVIRONMENT SYSTEM, come elemento centrale del cluster Cantiere.
Il Cantiere a impatto zero diventa parte integrante del processo di operatività sull’ambiente costruito, in tutto il ciclo vita: dall’investimento, alla progettazione e costruzione, all’esercizio, allo smaltimento a fine vita, attraverso metodi e sistemi informatici quali GIS e BIM, e passando anche attraverso la certificazione di sostenibilità.

A SAIE i Driver “del realizzare”, affrontati da “ASCOMAC Cantiere a Impatto zero” proponendo soluzioni di cantieri in casi di:
- Dissesto idrogeologico, sismico e statico del territorio
- Riurbanizzazione e Riqualificazione Urbana e Territoriale
- Infrastrutture: Reti idriche, energetiche, logistiche, stradali

Le diverse attività che l’iniziativa prevede sono:

1) Attività Convegnistica e Formativa
- Organizzazione di un Convegno Nazionale
- Organizzazione di eventi dedicati a temi settoriali
- Presentazione di Nuove Tecnologie Produttive dei Conglomerati Cementizi
- Presentazione di un Rapporto sulla filiera delle Macchine e Impianti per le costruzioni e sullo Smaltimento

2) Organizzazione di Aree Tecniche
- Area per Demolire, Ricostruire, Smaltire e Riciclare rifiuti solidi e inerti
- Area Modellismo (Area Hospitality)

3) Formazione
Approfondimento delle modalità di coinvolgimento dei macchinari nel BIM applicato al processo costruttivo
Organizzazione di Gare Gruisti e corsi per Patentini per operatori di macchine e attrezzature di lavoro.

La fiera è un momento di relazione in cui fare rete e sistena con tutta la filiera, in termini di sostenibilità.


saie marchio con data 2014

SAIE 2014. Built Environment Exhibition
Bologna, 22-25 ottobre


@edilio_it



Network

Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio



Media Partner

Partner Edilio Partner Edilio Partner Edilio