Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

Tecnologia antisismica, costruzioni in acciaio nelle zone a rischio

Costruzioni in acciaio, soluzione valida anche per l’edilizia familiare

Tecnologia antisismica, costruzioni in acciaio nelle zone a rischio
Vota questa notizia (2 voti):


Condividi:
      
Invia ad un amico
Stampa



Quando si parla di costruzioni in acciaio la prima cosa a cui si pensa sono le classiche strutture verticali come edifici e grattacieli, che disegnano la skyline delle metropoli di tutto il mondo. Oggi però la tecnologia è divenuta molto più accessibile e versatile, tanto che le sue applicazioni comprendono anche l’edilizia familiare a tutto tondo. Al di là delle grandi realizzazioni, dell’architettura visiva “da Expo”, e delle progettazioni industriali, le costruzioni in acciaio potrebbero essere la svolta nelle zone ad alto rischio sismico. In Italia il concept dei manufatti è per la maggior parte ancora legato alle logiche tradizionali che vedono come protagonista indiscusso il cemento. Le costruzioni in acciaio hanno però il vantaggio della duttilità, della leggerezza e della naturale resilienza alle sollecitazioni meccaniche.

Non vanno poi trascurati gli aspetti dell’efficientamento energetico, con maggiore sicurezza e salubrità degli habitat, poiché il metallo non conduce umidità. Le costruzioni in acciaio sono inoltre ecosostenibili perché riciclabili praticamente al 99%, e non richiedono interventi di manutenzione. Oggi il materiale viene plasmato e polimerizzato ottenendo incredibili risultati in termini di design, adattandosi a diversi stili ed esigenze. In molte capitali europee sono ben visibili i risultati della commistione con vetro, cristallo e fibra di carbonio. Il rapporto qualità-prezzo delle costruzioni in acciaio è uno degli elementi più rilevanti, oltre a quello del sensibile abbattimento nei tempi di realizzazione delle opere.

La Fondazione Promozione Acciaio ha promosso uno studio evidenziando come per uno stesso edificio di 7 piani, l’utilizzo del cemento abbia richiesto 23 settimane di cantiere, contro 17 dell’omologo “steel building”, ed una spesa identica. Il comparto commerciale e aziendale da questo punto di vista sta facendo da apripista nello “sdoganare” l’acciaio come materiale d’elezione nell’edilizia innovativa. Ora tutto sta a diffondere e promuovere nel modo giusto questo prezioso strumento, rendendolo competitivo ed appetibile da parte dei grossi investitori, sia privati che pubblici.

 

 


@edilio_it



Network

Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio



Media Partner

Partner Edilio Partner Edilio Partner Edilio