Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

DOWNLOAD

Cerca per categoria:
oppure seleziona una
Software House:

Informazione

#Software #Strutturale. Verifica di strutture soggette a incendio


Una problematica particolarmente attuale nel campo dell’analisi strutturale è quella legata alla verifica di strutture sottoposte al fuoco. La valutazione del rischio di incendio va fatta per tutte le costruzioni, indipendentemente dal fatto che siano o meno soggette al controllo dei VVF; sta al progettista delle strutture stabilire il livello di prestazione e in base a quello decidere il grado di approfondimento dell’analisi.

L’incendio non deve essere considerato un’azione accidentale sulla struttura, ma una situazione accidentale in cui la struttura è chiamata ad operare e, affinché sia verificato il criterio di resistenza “R”, occorre che la struttura conservi la sua capacità portante per un tempo prestabilito

 IS Fuoco di CDM DOLMEN - Profilo in acciaio con isolanteProfilo in acciaio con isolante

 

 

 

 

IS Fuoco di CDM DOLMEN - IS Fuoco di CDM DOLMEN - Trave precompressaTrave precompressa

 

 

 

 

IS Fuoco di CDM DOLMEN - IS Fuoco di CDM DOLMEN - Travetto c.a. - laterizioTravetto c.a. - laterizio

 

 

 

 

I metodi di progettazione possono essere tabellari, sperimentali e analitici. Tra i metodi analitici di verifica vi sono quelli rigorosi, che svolgono un’analisi fondata sugli scenari d’incendio di progetto, in cui si considera sia la modellazione dell’evoluzione della temperatura all’interno della struttura, sia la modellazione del comportamento meccanico della struttura all’aumentare della temperatura.
In ambito informatico è possibile utilizzare il software IS Fuoco di CDM DOLMEN: questo modulo consente la verifica meccanica a presso flessione deviata di sezioni di forma qualsiasi in C.A., C.A.P., acciaio o composte da più materiali, con o senza cavità e con eventuali rivestimenti di isolanti termici.

E’ utilizzabile sia per progettare le nuove costruzioni sia per verificare e adeguare le strutture esistenti. In caso di sezioni complesse si può utilizzare l’importazione da .dxf, che consente di disegnare con il CAD che si usa abitualmente; tale funzione riconosce anche la posizione delle armature disegnate con cerchi o croci. In IS Fuoco l’analisi termica viene svolta integrando l'equazione di Fourier su tutto il dominio e nel tempo di esposizione al fuoco utilizzando il metodo degli elementi finiti. Al termine del calcolo è possibile leggere la temperatura in tutti i nodi e al centro degli elementi finiti nei vari intervalli temporali scelti dall’utilizzatore. Per svolgere l’analisi “a caldo” con DOLMEN è sufficiente aggiungere nel modello strutturale “a freddo”, la combinazione di carico di tipo eccezionale e, con un semplice “click” del mouse, si esportano la sezione e le sollecitazioni di un elemento qualunque all’interno di IS Fuoco.

Il software può, infatti, essere utilizzato in cascata dal CAD 3D Struttura (DW1), da Trave Continua (DW14) e da IS TraveCAP (IS TP), oppure in modo del tutto indipendente, impostando la sezione e inserendo i carichi e le eventuali deformazioni impresse.
 

saie logo verde

CDM DOLMEN sarà presente a SAIE, che si terrà a Bologna dal 14 al 17 ottobre (Pad. 32 stand A50).







Network

Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio



Media Partner

Partner Edilio Partner Edilio Partner Edilio