Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

DOWNLOAD

Cerca per categoria:
oppure seleziona una
Software House:

Informazione

RICERCA

 in 

Software. CARICHI TERMICI ESTIVI




Descrizione:

Consente di determinare i carichi termici estivi con il
Transfer Function Method – Ashrae 1993 (TFM) utilizzando i dati geometrici
 e gli input inseriti via grafica attraverso AutoCAD o con CAD autonomo

Per il calcolo dei carichi termici estivi, vengono utilizzati gli stessi dati geometrici forniti per i calcoli invernali. Utilizzando il metodo delle funzioni di trasferimento (ASHRAE), il programma determina il massimo carico termico contemporaneo necessario per il raffreddamento dei locali, delle zone e dell'intero edificio.
Il software tiene conto dei carichi termici di tutti i locali (dovuti ad affollamento, luci, ed apparecchiature installate), considerando anche la loro fluttuazione in percentuale rispetto al valore del carico di punta, con un profilo orario predeterminato nelle 24 ore.

CARATTERISTICHE

Dati generali delle singole zone: I dati di progetto relativi alle condizioni estive sono forniti nella apposita scheda di zona. Ogni locale appartenente alla zona assumerà, di default, i dati della zona. I valori potranno comunque essere variati.

La scheda estiva di zona è composta da più schede: Ambiente (temperatura, infiltrazioni), Persone (affollamento, carico, profilo orario di presenza), Luci (fluorescenti, incandescenti, rapporto sensibile/radiante, profilo orario di accensione), Altri carichi, dovuti a macchine, motori, ecc. (potenza sensibile e latente, profilo orario di funzionamento).

Dati dei locali: Ogni locale assume di default i valori della zona di appartenenza. I dati risultanti sono sempre modificabili, locale per locale. Come si può vedere dalla scheda di un locale, i dati sono simili a quelli delle zone. Ma i valori non sono più parametrici (affollamento, W/mq, ecc.), ma definiti (numero di persone, W totali, ecc.).

. Manipolazione dei coefficienti delle funzioni di trasferimento

. Definizione dei mesi per i quali si vuole effettuare il calcolo

. Definizione delle modalità di visualizzazione dei risultati

 

ARCHIVI

Tutti gli archivi sono comuni al modulo di calcolo dei carichi termici invernali (Legge 10) e sono precaricati: contengono le caratteristiche tecniche dei materiali da costruzione e numerosi esempi di pareti e finestre.

CALCOLI

Vengono considerati nei calcoli: l'inerzia termica delle strutture, l'apporto solare, la categoria degli apparecchi d'illuminazione, il ricambio d'aria nei locali.

Il programma fornisce il dettaglio, mese per mese, dei carichi termici, sensibili e latenti, in tutti i locali, tabellati nelle 24 ore: Il carico massimo contemporaneo di zona o d'edificio, necessario per il dimensionamento degli impianti, è individuato dal programma.

E' possibile modificare i valori dei coefficienti delle funzioni di trasferimento. Ciò consentirà di confrontare i risultati ottenuti con le tabelle presenti in Ashrae Fundamentals 1997.

Nelle stampe sono analizzati in dettaglio i carichi sensibili, suddivisi tra radianti e convettivi.
Una intuitiva tabella consente di stabilire per quali mesi si desiderano i risultati (su Excel), tra cui:

. carico max per ogni locale;

. carico max contemporaneo di zona e di edificio;

. somma dei carichi max dei locali, per zona e per edificio.








Network

Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio



Media Partner

Partner Edilio Partner Edilio Partner Edilio