Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

Sismica

Ordina per:
Risultati per pagina:
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>
Edilizia scolastica. Umbria stanzia 1 mln 400 mila euro contro rischio sismico

#Edilizia scolastica. Umbria stanzia 1 mln 400 mila euro contro rischio #sismico

Ammontano a un milione 400 mila euro le risorse stanziate dalla Giunta regionale dell’Umbria, su proposta dell’assessorato all’istruzione, nell’ambito del Programma straordinario di interventi strutturali di riduzione del rischio sismico nelle scuole pubbliche. I finanziamenti, derivanti dai fondi comunitari POR FESR 2007-2013, serviranno a realizzare interventi di particolare urgenza in edifici scolastici di proprietà degli enti locali.
Valutazione della vulnerabilità sismica degli edifici esistenti

Valutazione della vulnerabilità #sismica degli edifici esistenti

Gli edifici esistenti sul territorio italiano costituiscono un onere ma allo stesso tempo un patrimonio insostituibile che va tutelato e messo in sicurezza in maniera che non confligga con l’ambiente e le costruzioni circostanti. Il manuale dal titolo “Valutazione della vulnerabilità sismica degli edifici esistenti in cemento armato” vuole guidare i professionisti negli interventi di recupero dei manufatti in c.a. che hanno subito danni o potrebbero subirne in seguito ad un terremoto fornendo gli strumenti per eseguire un’appropriata diagnosi delle cause di dissesto e analizzando le cause che li rendono vulnerabili ai fenomeni sismici.
Campanili dal mondo. A SAIE3 un Museo d’Arte Contemporanea a cielo aperto

Campanili dal mondo. A #SAIE3 un Museo d’Arte Contemporanea a cielo aperto

UP IN THE SKY è un progetto del Gruppo Sabatini in collaborazione con l’architetto Laura Villani, alcuni tra i più prestigiosi architetti, designers e artisti sono stati coinvolti in un’iniziativa finalizzata a contribuire alla ricostruzione dei campanili delle zone colpite dal terremoto. Ad ognuno di loro è stato chiesto di immaginare un campanile. I progetti, occasione artistica di straordinaria portata, verranno riuniti in una mostra unica al mondo che, oltre a dare un contributo al consolidamento delle radici dei luoghi colpiti, vuole rappresentare un segnale di rinnovamento.
Duomo di Orvieto. Uno studio firmato Enea per la prevenzione sismica

Duomo di Orvieto. Uno studio firmato Enea per la prevenzione #sismica

In relazione alla sismicità del nostro Paese e degli ultimi eventi sismici, la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Umbria ha affidato lo “Studio e monitoraggio del quadro fessurativo e del comportamento sismico del Duomo di Orvieto” all’ENEA che effettuerà la valutazione del comportamento strutturale e della vulnerabilità della cattedrale ai terremoti e definirà gli interventi per la messa in sicurezza e il contenimento dei rischi sismici.
INGV. I ricercatori localizzano il sito degli esperimenti nucleari della Corea del Nord

INGV. I ricercatori localizzano il sito degli esperimenti nucleari della Corea del Nord

Pubblicato sulla rivista internazionale Pure and Applied Geophysics col titolo "A Multidisciplinary Study of the DPRK Nuclear Test" (12 / 2012), lo studio è stato condotto da dieci ricercatori INGV che collaborano con il Ministero degli Esteri italiano nell'ambito dell'Autorità nazionale per il Comprehensive Nuclear-Test-Ban Treaty, il trattato internazionale per il bando dei test nucleari, adottato dalle Nazioni Unite fin dal 1996.
Vulnerabilità sismica di un edificio: lesioni e cinematismi

Vulnerabilità sismica di un edificio: lesioni e cinematismi

Il terremoto che ha colpito l’Emilia e prima ancora quello dell’Abruzzo, fino a risalire al sisma dell’Umbria, ci hanno fornito, malauguratamente, una ricca casistica di esempi di strutture murarie danneggiate o collassate in conseguenza dell’evento calamitoso.
Toscana. Terremoto, sopralluoghi e verifiche per controllare danni e stabilità di edifici pubblici

Toscana. Terremoto, sopralluoghi e verifiche per controllare danni e stabilità di edifici pubblici

I tecnici di Province, Comuni e Geni civili sono al lavoro, a fianco dei vigili del fuoco e coordinati dalla Sala operativa unificata della protezione civile regionale, per verificare, in maniera più analitica rispetto ai primi controlli effettuati ieri, eventuali danni riportati da edifici pubblici e infrastrutture. Fin dalle prime ore dopo il sisma infatti, erano partiti i primi sopralluoghi su ponti, linee ferroviarie, dighe e altri edifici considerati più a rischio. I risultati di queste prime verifiche sono stati tranquillizzanti.
Terremoto: scossa in Emilia Romagna e Toscana

Terremoto: scossa in Emilia Romagna e Toscana

Una scossa di terremoto e' stata avvertita attorno alle 15.50 a Bologna, Modena e Reggio Emilia. E' durata qualche secondo. La scossa e' stata avvertita anche in Toscana, in special modo a Firenze e provincia, e a Milano.
L'epicentro sarebbe a 6 chilometri da Frassinoro, tra Toscana ed Emilia. Il sisma del quinto grado della scala Richter, localizzato a 10 chilometri di profondita'.
L'Aquila. Motivazioni della sentenza Grandi Rischi e parere dell'Ingv

L'Aquila. Motivazioni della sentenza Grandi Rischi e parere dell'Ingv

Franco Barberi, Enzo Boschi, Mauro Dolce, Bernardo De Bernardinis, Giulio Selvaggi, Claudio Eva e Gianmichele Calvi sono stati condannati in primo grado a sei anni di reclusione per omicidio colposo e lesione colpose e all'interdizione perpetua dai pubblici uffici. Nei giorni scorsi sono state rese note le motivazioni che hanno portato alla condanna, che possono essere riassunte in questa frase pronunciata dal giudice del tribunale dell'Aquila, Marco Billi: “Chiusero i loro saperi in un cassetto. E rassicurarono gli aquilani sulla base di valutazioni approssimative, generiche e inefficaci. Mentre con una corretta analisi del rischio «si sarebbero potute salvare vite”.
Uno studio INGV sul nesso tra sfruttamento geotermico del sottosuolo e sismicità

Uno studio INGV sul nesso tra sfruttamento geotermico del sottosuolo e sismicità

"Uno studio scientifico propone un metodo per il monitoraggio del rischio derivante dalla sismicità indotta dallo sfruttamento geotermico del sottosuolo" L’esplorazione del sottosuolo finalizzata alla produzione di energia tramite lo sfruttamento del calore interno della terra (l’energia geotermica), ha comportato in alcuni casi un aumento del rischio sismico.
Ordina per:
Risultati per pagina:
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>




Network

Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio



Media Partner

Partner Edilio Partner Edilio Partner Edilio