Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

Le rinnovabili batteranno i combustibili fossili, nodo India e Cina

La previsione dell’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili

Le rinnovabili batteranno i combustibili fossili, nodo India e Cina
Vota questa notizia (1 voti):


Condividi:
      
Invia ad un amico
Stampa



Entro il 2020 le energie rinnovabili potrebbero diventare più competitive e convenienti dei combustibili fossili. La previsione, e al contempo l’auspicio che si verifichi questo roseo scenario è stata fatta dall’L'Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (Irena), che ipotizza un’ulteriore accelerazione di investimenti e di sfruttamento delle risorse pulite, in tutto il mondo. Gas naturale, carbone e petrolio scenderanno finalmente dal podio e lasceranno il posto ai pannelli solari, all’eolico, alla geotermia e alla bioenergia. Secondo queste stime le rinnovabili arriverebbero a fornire elettricità a 0,03 dollari per kilowattora (kWh), contro gli 0,05 delle fonti più inquinanti. Complici di questa rivoluzione è anche la diminuzione della spesa necessaria per allestire gli impianti, frutto di agevolazioni fiscali, partnership aziendali e interventi istituzionali.

Le tecnologie di ultima generazione sono più accessibili e ad un prezzo più basso, così che sempre più imprese operano una radicale riconversione in termini di ecosostenibilità. Le rinnovabili stanno così diventando un modello che unisce il profitto alla tutela ambientale, con ripercussioni positive su occupazione, miglioramento del clima, salute e benessere sociale. A smentire in parte questi dati è però una ricerca parallela sviluppata dalla multinazionale britannica BP, che pur confermando il boom delle rinnovabili, sottolinea che nel prossimo futuro il settore petrolifero potrebbe riservare ancora molte sorprese.

In pratica prima di piantare la bandiera delle rinnovabili sulla “cima della montagna”, bisognerà fare i conti con il crescente fabbisogno energetico proveniente da paesi in via di sviluppo come Cina e India. Il trio petrolio, carbone, gas naturale, occuperà ancora più della metà del mercato mondiale entro il 2040, in particolare per ciò che riguarda la mobilità e l’alimentazione delle vetture. Il previsto aumento delle auto elettriche, seppur ragguardevole, avrà infatti un impatto pressoché nullo nel quadro globale. Opinioni spaccate quindi, per un processo ancora ricco di incognite e di possibili evoluzioni inattese.


@edilio_it



Network

Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio



Media Partner

Partner Edilio Partner Edilio Partner Edilio