Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    
Categorie:   Calcolo strutturale, Resine per l'edilizia
Il Sistema MULTIRESINE® - KAPPAZETA

Il Sistema MULTIRESINE®

CONSOLIDARE CON LE RESINE
KAPPAZETA ha brevettato il Sistema MULTIRESINE®: un sistema intelligente, autoregolante, che sfrutta due diversi tipi di formulato nello stesso intervento.

PRESENTAZIONE TECNICA

La divisione RESYN, nasce dall’esigenza di superare le debolezze dei sistemi di consolidamento tradizionali, al fine di garantire la massima penetrazione delle resine più efficaci per le diverse tipologie di terreno.
Consolidare con resine espandenti senza scelte di compromesso. Utilizzare la forza delle resine ad alto potere espandente e la resistenza delle resine ad alta densità. Alternativamente, nella stessa iniezione, per rispondere perfettamente alle caratteristiche del terreno.
Questo è il Sistema MULTIRESINE® brevettato da KAPPAZETA: un sistema intelligente, autoregolante, che sfrutta due diversi tipi di formulato nello stesso intervento.


COME SI OTTIENE IL MIGLIOR CONSOLIDAMENTO

Crepe e fessurazioni sui muri sono frequentemente dovuti al cedimento del terreno sottostante. Per bloccare il dissesto, ripristinare la stabilità originale e garantire la tenuta in futuro è necessario un consolidamento mediante iniezione di resine espandenti. Oggi, solo KAPPAZETA, grazie al suo brevetto esclusivo MULTIRESINE® è in grado di fornire il miglior risultato avvalendosi di una combinazione di resine a diversa densità che vengono iniettate nel terreno in base alle esigenze riscontrate sul campo.


IL NOSTRO SERVIZIO:
MATERIALI E TECNICHE AVANZATE PER LE VOSTRE ESIGENZE DI CONSOLIDAMENTO


UN SUPPORTO TOTALE, NESSUNA PREOCCUPAZIONE
Oltre a materiali e brevetti unici, KAPPAZETA può contare su un’esperienza ultraventennale che le garantisce risultati eccellenti in ogni settore del consolidamento. KAPPAZETA fornisce un supporto completo ai suoi clienti, ai professionisti, alle aziende ed agli enti con cui lavora.
Tutti gli interventi sono monitorati in tempo reale dal sistema che instaura un vero e proprio dialogo tra l’elaboratore elettronico del laboratorio mobile e l’insieme fondazione-terreno.


PIÙ FORZA O PIÙ RESISTENZA?

CON IL SISTEMA MULTIRESINE® NON OCCORRE PIÙ SCEGLIERE

Il Sistema MULTIRESINE® utilizza:

  • un formulato A, che esercita una notevole spinta isotropa di consolidamento, indicato per ottenere forti compattazioni;
  • un formulato B, in grado di raggiungere densità elevate anche in condizioni di basso confinamento, pertanto estremamente adatto per il riempimento dei vuoti.

Autoregolandosi in base alla rilevazione dei dati geotecnici, il Sistema inietta:

  • la resina A ad alta espansione in condizioni di terreno compatto con vuoti microscopici;
  • la resina B ad alta densità in presenza di vuoti macroscopici, che consolida con valori di resistenza meccanica sufficienti a sostenere la struttura

Le differenti tipologie di resina vengono iniettate alternativamente in funzione dei valori di assorbimento e controreazione offerti dal terreno.

 

 

Il CANTIERE DOV’È?
SOLO QUALCHE FORO DI POCHI CENTIMETRI
Durante l’iniezione di resine nel terreno il Sistema controlla costantemente la facilità di assorbimento in modo da erogare sempre il prodotto migliore per l’esigenza riscontrata. La commutazione da un materiale all’altro avviene rilevando micrometricamente parametri di pressione e/o di flusso e interpretando le tendenze di tali parametri mentre vengono rilevati.


CONTROLLO e MONITORAGGIO
Un tecnico KAPPAZETA, sempre presente, assicura che ogni fase del progetto rispetti il rigido protocollo che prevede il monitoraggio costante dei parametri del terreno e l’erogazione della corretta miscela di resina nel terreno.


I NOSTRI MEZZI NON VI DISTURBERANNO
Nessuna “attrezzatura pesante”, solo mezzi tecnici all’avanguardia che possono essere posizionati distanti dal luogo dell’intervento per non disturbare e non intralciare le strutture in prossimità del cantiere.

CAMPI DI IMPIEGO

Le cause più comuni di problematiche del nodo terreno-fondazione possono essere affrontate con il Sistema MULTIRESINE®:

  • variazioni del volume del terreno in seguito a variazioni del tenore igrometrico, con perdita da parte della fondazione della propria funzione attiva per effetto di un non corretto contatto con il terreno;
  • perdita delle caratteristiche meccaniche del terreno necessarie per la stabilità, a causa dell’azione dell’acqua che può determinare una notevole diminuzione delle proprietà meccaniche dei terreni di fondazione;
  • insufficiente prestazione del terreno di fondazione in relazione a sopraelevazione, variazione degli assetti di distribuzione delle sollecitazioni o altro.

 

Il Dm 14 gennaio 2008 “Norme tecniche delle costruzioni “ cap 6.10 + circolare 2 febbraio 2009 n° 617 C.S.LL.PP. “istruzioni per l’applicazione delle ‘nuove norme tecniche per le costruzioni’ di cui al DM 14 gennaio 2008” cap: C8A.5.11 – riconosce l’uso di resine espandenti per il consolidamento dei terreni di fondazione come metodo per l’esecuzione di interventi di adeguamento sismico su edifici in muratura.

Il Sistema MULTIRESINE® può essere applicato anche nel consolidamento e nel recupero dei cedimenti di pavimentazioni industriali e stradali.


TERRENI CHE POSSONO ESSERE CONSOLIDATI
Le resine che utilizziamo producono i risultati migliori nei terreni a bassa permeabilità, quindi tutte le litologie di tipo coesivo o semi coesivo:

  • argille organiche ed inorganiche;
  • argille limose;
  • torbe;
  • limi e tutte le litologie intermedie;

Inoltre è possibile intervenire anche in sabbie e in terreni con granulometrie più grossolane, purché non si superino determinati valori di resistenza (Resistenza a compressione semplice Qu <1MN/m2).


Si possono ottenere ottimi risultati anche in terreni di riporto, che presentano generalmente caratteristiche di plasticità e minore resistenza alla compressione. Questi terreni permettono alle resine iniettate una maggiore facilità d’ingresso ed il raggiungimento della massima espansività, fino all’ottenimento dello stato limite di compattazione per tutti gli strati di terreno interessati dalla fondazione.

CARATTERISTICHE E PRESTAZIONI

PRINCIPALI MECCANISMI D’AZIONE

  • il rigonfiamento delle resine genera una sovrapressione che comporta un incremento delle pressioni orizzontali e verticali in regime non lineare elasto-plastico al di sotto dell’impronta di carico consolidata;
  • l’elevato valore incrementale di pressione comporta la rottura del materiale di fondazione, con la generazione di un reticolo di superfici di taglio lungo le quali avviene, almeno parzialmente, dissipazione delle pressioni neutre, permettendo così un consolidamento efficace anche su terreni a bassa permeabilità come le argille.

Per un risultato duraturo, l’azione delle resine espandenti deve svilupparsi con continuità al di sotto di tutta la fondazione interessata dal dissesto. Ecco perché definiamo per ogni caso un interasse d’iniezione ottimale, avvalendoci di precisi modelli basati sulla litologia del terreno e sulla geometria della fondazione.


CONDIZIONI MEDIE DI APPLICABILITÀ

In funzione delle caratteristiche della struttura e del substrato fondale.


FONDAZIONI DELLA SOVRASTRUTTURA

  • Profondità d’imposta D < 6 m
  • Larghezza B < 2,5 m

TERRENO D’APPOGGIO

  • Granulometria % ghiaia < 30%
  • Permeabilità K < 1 E-2 m/s
  • Resistenza Compressione semplice
  • Qu < 1 MN/m2
  • Resistenza alla punta CPT Rp < 60 kg/cm2

GLI EFFETTI SUL TERRENO

  • AUMENTO ED ADEGUAMENTO DELLA PORTANZA DEL TERRENO
    Il materiale subisce una diminuzione dell’indice dei vuoti, un miglioramento dei parametri elastici e di compressibilità ed un incremento dei valori di resistenza al taglio (le superfici di taglio vengono riempite di resina solidificata ed i terreni consolidati non lavorano quindi con resistenze residue ma di picco, superiori a quelle iniziali).
  • RIASSEGNAZIONE E RIDISTRIBUZIONE DELLE TENSIONI TRASMESSE DALLA STRUTTURA nell’interfaccia fondazione-terreno, i punti scaricati della fondazione vengono riattivati dalla resina solidificata ed i vuoti e le cavità vengono riempiti.
  • SEPARAZIONE DELL’ACQUA E CONFERIMENTO DI PROPRIETÀ IMPERMEABILI al terreno di fondazione. Prove geognostiche effettuate a distanza di molto tempo hanno evidenziato che il miglioramento ottenuto non si riduce nemmeno in terreni coesivi a bassa permeabilità, come le argille.
  • OMOGENEIZZAZIONE DEL SUBSTRATO FONDALE in termini di resistenza geomeccanica, che minimizza le problematiche di cedimento differenziale dovute a variazioni di facies litologica o geomeccanica.

PARTICOLARI COSTRUTTIVI

LE VERIFICHE E I COLLAUDI GEOTECNICI PER LA MASSIMA GARANZIA


VALIDITÀ E CORRETTEZZA
LA GARANZIA KAPPAZETA

KAPPAZETA garantisce, passo dopo passo la validità e la correttezza del suo intervento. Per la valutazione delle caratteristiche geotecniche dei terreni, andranno privilegiate quelle prove geognostiche che consentono la determinazione di parametri in continuo e permettono la maggiore ripetitività possibile, come le penetrometrie.
Ciascuna coppia di prove è rappresentativa della zona fondale immediatamente limitrofa e non fornisce indicazione alcuna sui risultati relativi a iniezioni più lontane. A queste indagini andranno eventualmente associate prove di laboratorio su campioni indisturbati di terreno consolidato e, in casi particolari, studi geofisici che però, per essere significativi e correttamente interpretabili, dovranno essere sempre affiancate da sondaggi e penetrometrie di taratura.


I MATERIALI INIETTATI
Le resine che utilizziamo sono formulate sulla base dei dati geotecnici raccolti sul campo in migliaia di interventi: sono garantite la durabilità e l’inalterabilità del prodotto iniettato.
La speciale formulazione di queste resine, confrontata con materiali impiegati in maniera analoga ma progettati per altri utilizzi, ha fornito risultati eccezionali.

Densità, volume, resistenze meccaniche, resistenza alle aggressioni di sostanze nocive e tempi di reazione-espansione sono studiati per ottenere i migliori risultati di consolidamento e sono opportunamente tarati in funzione delle condizioni geotecniche di applicazione.
Questi materiali sono caratterizzati da un’eccezionale fluidità e scorrevolezza della miscela d’iniezione, che viene mantenuta fino alle soglie del processo di gelificazione.
Tale peculiarità, associata alla lentezza dell’iniezione e della reazione di espansione (più di un minuto), consente di permeare grandi volumi di terreno e di consolidare l’intero bulbo delle tensioni della fondazione senza iniezioni sincopate, ostacolo per una corretta diffusione della resina.


PROPRIETÀ MECCANICHE
La resina che iniettiamo è sintetica termoplastica bi componente; le sue caratteristiche meccaniche hanno un comportamento elastico entro determinati valori di sforzo, presentando valori proporzionali agli sforzi applicati (Legge di Hooke).


RESISTENZE MECCANICHE
Il Sistema MULTIRESINE® è l’unico brevetto in grado di garantire che la resistenza meccanica finale delle resine nel terreno sia sempre ai valori massimi, con proprietà meccaniche ineguagliabili dalle iniezioni mono-resina.


RESISTENZA ALL’IMBIBIZIONE E COMPORTAMENTO IN ACQUA
Le nostre resine non subiscono alterazioni nell’acqua: mantengono la loro capacità di reagire ed espandersi e la loro resistenza all’immersione rimane invariata sia in acqua che in altri liquidi.


RESISTENZA CHIMICA
Nel sottosuolo la resina non ha antagonisti. Solo alcuni tipi di acido potrebbero danneggiarla, ma la concentrazione dovrebbe essere talmente elevata da rendere impossibile nella pratica tale evenienza.
La resina non è bio-degradabile e non subisce alcun invecchiamento.


VELOCI, NON INVASIVI , CONVENIENTI…

I nostri interventi sono così: la grande esperienza nel settore del consolidamento ci ha infatti permesso di sviluppare e brevettare tecniche efficaci, per lavorare nel totale rispetto degli immobili e senza interrompere le normali attività che vi si svolgono. Le prime sperimentazioni di consolidamento del terreno con iniezione di resine espandenti vennero condotte da KAPPAZETA nel 1988.

CERTIFICAZIONI

COMPATIBILITÀ AMBIENTALE

Le resine non sono tossiche e non inquinano. Avvenuta la reazione chimica, sono stabili sotto ogni profilo: infatti, vengono classificate e smaltite come rifiuto speciale “non pericoloso”, proveniente dal settore edile, relativo a costruzioni e demolizioni (codice europeo dei rifiuti 170604). La resina non altera l’ecosistema: non si miscela direttamente con le particelle di terreno, ma costituisce bulbi di materiale puro, circoscritti ed integri. Non realizza reazioni chimiche e non crea sbarramenti continui tali da poter modificare l’assetto di falde. I siti trattati mantengono valori di concentrazione delle sostanze inquinanti al di sotto dei limiti fissati e ritenuti accettabili per il sottosuolo e le acque sotterranee in relazione alla specifica destinazione d’uso, ai sensi del DM 471 del 25/10/1999, art. 3 – Allegato 1 – Tabella 1. e D.Lgs. 152/2006. Esami di laboratorio certificati assicurano la piena compatibilità ambientale della resina.

VOCI DI CAPITOLATO

Consolidamento dei terreni di fondazione ed incremento della capacità portante con iniezione di resine espandenti.


SISTEMA
Il Sistema MULTIRESINE® sfrutta l’iniezione di due tipi di formulato:

  • un formulato A, che esercita una spinta isotropa di consolidamento;
  • un formulato B, in grado di raggiungere densità elevate anche in condizioni di basso confinamento.

Il sistema si autoregola in base alla rilevazione dei dati tecnici, utilizzando:

  • la resina A quando il terreno è compatto, con vuoti microscopici;
  • la resina B in condizioni di terreno con vuoti macroscopici o elevata compressibilità.

Il sistema rileva il livello di assorbimento e commuta in modo automatico l’iniezione dell’una o dell’altra resina.
La commutazione da un materiale all’altro avviene rilevando micrometricamente parametri di pressione e/o di flusso, ma anche interpretando le tendenze di tali parametri mentre vengono rilevati.


METODOLOGIA
Le iniezioni sono effettuate con interasse massimo 1,5 metri e l’iniezione delle resine espandenti viene effettuata nell’interfaccia terreno-fondazione in modo da interessare tutto il bulbo di tensione indotto dalla struttura sovrastante e influenzato dalla geometria della stessa, migliorando le caratteristiche di resistenza al taglio e di compressibilità del terreno di fondazione.
I fori potranno attraversare le fondazioni per consentire l’inserimento dei tubi di diametro 16 mm per l’iniezione delle resine espandenti.
Il consolidamento del terreno viene realizzato sfruttando un sistema di iniezione che produce sul terreno interessato un’azione lenta e continua data dalla espansività controllata della resina, che può raggiungere spinte teoriche non superiori ai 5 kg/cmq in quanto l’applicazione di pressioni superiori induce azioni dinamiche incompatibili con la matrice stessa del terreno e influisce negativamente sulla dissipazione delle tensioni neutre e quindi sulla durabilità degli effetti.

La procedura realizza la compattazione limite nel volume di terreno significativo per la fondazione.


VERIFICA E COLLAUDO – GARANZIE
L’incremento reale della capacità portante del terreno di fondazione potrà essere verificato in corso d’opera mediante apposite prove di collaudo.
La locazione delle prove di collaudo dovrà essere scelta in modo da ridurre la loro distanza allo scopo di minimizzare l’eventuale presenza di variazione laterali della litologia.
Il tipo di prova più adeguato per l’utilizzo nella forma pre-post intervento dovrà essere scelto avendo cura di non superare i limiti imposti dalla metodologia di prova specifica impiegata.
Saranno comunque da privilegiare quelle prove geognostiche che, eseguite in sito, consentano la determinazione di parametri in continuo e permettano la maggiore ripetitività possibile (ad esempio prove penetrometriche).
Il numero di prove da eseguirsi in cantiere dovrà essere stabilito di volta in volta.
Si evidenzia che ciascuna coppia di prove risulta rappresentativa della zona fondale immediatamente limitrofa, e non fornisce indicazione alcuna sui risultati conseguiti sulle altre iniezioni più lontane.

Il materiale e la sua stabilità meccanica dovranno essere garantiti in termini di durata e di qualità per 10 anni.

La voce comprende:

  • installazione di cantiere attrezzato;
  • il trasporto di macchine operatrici;
  • il nolo di attrezzature;
  • la manodopera specializzata per l’esecuzione del lavoro e la fornitura di resina auto espandente nella quantità occorrente.

DOWNLOAD

GALLERIA IMMAGINI


È UN PRODOTTO

KAPPAZETA
Via G.B. Aleotti, 1
43124 Parma (PR)
Italy
Tel. 0521648888

- 800401640
Fax 0521648880



Vedi la scheda azienda di KAPPAZETA
Vedi la scheda azienda di KAPPAZETA

ALTRI PRODOTTI


AKTIVO: NUOVO SOFTWARE GRATUITO PER IL DIMENSIONAMENTO DEI “MICROPALI” AKTIV

KAPPAZETA festeggia i suoi 25 anni di attività con la diffusione gratuita del nuovo software per il facile e corretto dimensionamento dei “micropali” AKTIV.
Visualizza la scheda prodotto

GEOROUND®: MICROPALI ATTIVI

GEOROUND® di KAPPAZETA, micropali modulari in acciaio strutturale ad alta resistenza costituiti da una batteria di singoli elementi infissi a rotazione nel terreno, immediatamente attivi a sostegno delle costruzioni.
Visualizza la scheda prodotto

GEOUP®: MICROPALI ATTIVI

GEOUP® di KAPPAZETA, micropali modulari in acciaio strutturale ad alta resistenza costituiti da una batteria di singoli elementi pressoinfissi in successione nel terreno, immediatamente attivi a sostegno delle costruzioni.
Visualizza la scheda prodotto




MODULO RICHIESTA INFORMAZIONI

Se sei già registrato ad Edilio inserisci email e password: compileremo il form con i tuoi dati e richiedere informazioni alle aziende sarà ancora più veloce!
Email:    Password:      Password dimenticata?
Non sei ancora registrato? L'iscrizione al portale è gratuita e ti offre molti vantaggi. Registrati subito!

I campi contrassegnati da * sono obbligatori
Per favore controlla di avere compilato correttamente i seguenti campi:

Dati personali

Informazioni richieste


Preferisco essere contattato tramite



esprimendo il consenso all'utilizzo degli strumenti sopra indicati per l'invio
delle informazioni richieste.


Autorizzazione al trattamento dei dati

Informativa ex D. LGS. n. 196/’03 – BolognaFiere spa, tratta, in qualità di Titolare del trattamento, i tuoi dati personali, liberamente conferiti, al fine di comunicare la tua richiesta di informazioni alla società indicata nella scheda prodotto (che tratterà tali dati, in qualità di autonomo Titolare del trattamento, per contattarti e fornirti il servizio richiesto), di documentare l'avvenuta corretta comunicazione dei dati e per elaborazioni statistiche in forma anonima. Potrai sempre esercitare i diritti di cui all'articolo 7 del D.Lgs. n. 196/03 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") fra cui il diritto di accedere gratuitamente ai dati, di ottenerne senza ritardo l'aggiornamento e la cancellazione per violazione di legge, etc. scrivendo a privacy@bolognafiere.it ove è possibile richiedere anche l’elenco aggiornato degli eventuali Responsabili del trattamento. I tuoi dati saranno trattati da incaricati del trattamento preposti alla gestione del servizio.




Network

Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio



Media Partner

Partner Edilio Partner Edilio Partner Edilio