Edilio - I forum dell'edilizia

Decrease font size
Increase font size
 
Titolo argomento: Richiamo CTU x chiarimenti
Sommario::
Creato il: 01/05/2007 00:00
Lineare : Ad albero : Singolo messaggio : Ramo di messaggi
Cerca argomento Cerca argomento
Utilità argomenti Utilità argomenti
Visualizza argomenti simili Visualizza argomenti simili
Visualizza argomento come testo semplice. Stampa questo argomento.
 01/05/2007 00:00
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
edilio77092

Interventi: 1
Data iscrizione: 07/07/2008

In una causa il CTU deposita la sua perizia tecnica che viene contestata dallo scrivente CTP evidenziando 12 osservazioni critiche di natura tecnica. Il Giudice richiamato il CTU, assegna un termine di 90 gg "per riferire con relazione scritta sulle osservazioni e quesiti da me posti". Il CTU deposita la perizia e dall'esame della stessa riscontro che non ha risposto punto su punto alle 12 osservazioni critiche, ma evasivamente e globalmente. Tale condotta è pregiudizievole per la mia cliente, in quanto non sono in grado di controdedurre tecnicamente sui singoli chiarimenti e quesiti posti. Ciò è corretto?
 02/05/2007 14:48
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
edilio69741

Interventi: 0
Data iscrizione: 07/07/2008

Quando un giudice da' un incarico di solito richiede al CTU di esaminare e prendere posizione in via preventiva su eventuali osservazioni dei periti di parte (prima di depositare la Relazione di Consulenza). Nel tuo caso, tenuto conto che ad un primo giro di "osservazioni" le prese di posizione del CTU sono incomplete, ti conviene chiedere nuovamente al Giudice una integrazione al lavoro del CTU (questa volta chiedendo che il Giudice imponga un contraddittorio preliminare alla consegna conclusiva della Relazione peritale).
 02/05/2007 17:46
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
nabor

Interventi: 32
Data iscrizione: 07/07/2008

parlo da avvocato, dovrebbe essere il mio collega a formalizzare, nel verbale d'udienza, le contestazioni alla relazione del CTU. Il Giudice, dal punto di vista procedurale, potrebbe ordinarne l'integrazione, o rinviare le contestazioni alla comparsa conclusionale...
 02/05/2007 23:00
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
edilio69741

Interventi: 0
Data iscrizione: 07/07/2008

>>>parlo da avvocato, dovrebbe essere il mio collega a formalizzare, nel verbale d'udienza, le contestazioni alla relazione del CTU.<<< Ovvio. Ma visto dalla parte di chi partecipa ad un forum in cui prevalgono geometri, architetti, periti, ingegneri, ecc... la cosa potrebbe essere (anche) secondaria.
 03/05/2007 10:53
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
edilio77092

Interventi: 1
Data iscrizione: 07/07/2008

Mi spiego meglio. il ctu ha depositato la consulenza tecnica di ufficio. Io come ctp ho rilevato errori di natura tecnica macroscopici (convalidati anche dalla giurisprudenza della cass. civ.) redigendo una consulenza tecnica di parte "osservazioni critiche alla ctu".L'avv. della mia cliente ha fatto propria la mia relazione ed ha richiesto al G.U. il richiamo del ctu in base alle osservazioni critiche avanzate. il G.U. ha disposto il richiamo del ctu assegnando un termine per riferire in forma scritta sulle osservazioni e sui quesiti posti".Il Ctu risponde globalmente e non punto su punto, tralasciando qualche quesito e non consentendomi di controdedurre. Ciò è corretto?
 03/05/2007 10:53
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
edilio77092

Interventi: 1
Data iscrizione: 07/07/2008

Mi spiego meglio. il ctu ha depositato la consulenza tecnica di ufficio. Io come ctp ho rilevato errori di natura tecnica macroscopici (convalidati anche dalla giurisprudenza della cass. civ.) redigendo una consulenza tecnica di parte "osservazioni critiche alla ctu".L'avv. della mia cliente ha fatto propria la mia relazione ed ha richiesto al G.U. il richiamo del ctu in base alle osservazioni critiche avanzate. il G.U. ha disposto il richiamo del ctu assegnando un termine per riferire in forma scritta sulle osservazioni e sui quesiti posti".Il Ctu risponde globalmente e non punto su punto, tralasciando qualche quesito e non consentendomi di controdedurre. Ciò è corretto?
 03/05/2007 13:22
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
edilio69741

Interventi: 0
Data iscrizione: 07/07/2008

>>>Il Ctu risponde globalmente e non punto su punto, tralasciando qualche quesito e non consentendomi di controdedurre. Ciò è corretto?<<< Il fatto che ti abbia consentito o meno di controdedurre dipende dal quesito peritale e dalle disposizioni del Giudice (e' il Giudice che decide tempi, termini, modalita' ecc... anche sulla base delle richieste dei due legali). Il problema non e' correttezza o meno del CTU (in genere e' buona norma soprassedere ... in quanto andare contro il CTU vuol dire in qualche modo contestare una scelta del Giudice). Attraverso il legale di parte alla prossima udienza si dovra' ritornare alla carica precisando ovviamente che i chiarimenti sono necessari affinche' il Giudice stesso valuti obiettivamente e serenamente i fatti. Dovrai richiedere in particolare che il Giudice "organizzi" il contraddittorio fra i CTP e il CTU prima del deposito dei chiarimenti preliminarmente alla udienza successiva.
 03/05/2007 19:35
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
edilio77092

Interventi: 1
Data iscrizione: 07/07/2008

L'udienza è fissata per il 1 lugio 2007 il ctu ha depositato i chiarimenti (incompleti- senza rispondere punto su punto ma solo evasivamente e globalmnte)in data 23 aprile u.s. come indicato dal GU (terzo rinvio autorizzato 9 mesi).Come si deve chiedere il contradditorio tra ctu e ctp prima o dopo il deposito dei chiarimenti? l'udienza è fissata per il 1.07.
 03/05/2007 19:35
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
edilio77092

Interventi: 1
Data iscrizione: 07/07/2008

L'udienza è fissata per il 1 lugio 2007 il ctu ha depositato i chiarimenti (incompleti- senza rispondere punto su punto ma solo evasivamente e globalmnte)in data 23 aprile u.s. come indicato dal GU (terzo rinvio autorizzato 9 mesi).Come si deve chiedere il contradditorio tra ctu e ctp prima o dopo il deposito dei chiarimenti? l'udienza è fissata per il 1.07.
 03/05/2007 19:36
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
edilio77092

Interventi: 1
Data iscrizione: 07/07/2008

L'udienza è fissata per il 1 lugio 2007 il ctu ha depositato i chiarimenti (incompleti- senza rispondere punto su punto ma solo evasivamente e globalmnte)in data 23 aprile u.s. come indicato dal GU (terzo rinvio autorizzato 9 mesi).Come si deve chiedere il contradditorio tra ctu e ctp prima o dopo il deposito dei chiarimenti? l'udienza è fissata per il 1.07.
 03/05/2007 22:39
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
edilio69741

Interventi: 0
Data iscrizione: 07/07/2008

Penso che ogni presa di posizione vada fatta alla prossima udienza; ma perche' non ne discuti col legale della tua cliente?
 10/12/2007 12:28
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
nabor

Interventi: 32
Data iscrizione: 07/07/2008

ciao, mi sembra che si sia risposto nell'altro Forum, sulla sicurezza. Un saluto a Beppina, nell'occasione.
Statistiche
75031 utenti sono registrati al forum Edilio - I forum dell'edilizia.
Ci sono attualmente 0 utenti collegati.