Edilio - I forum dell'edilizia

Decrease font size
Increase font size
 
Titolo argomento: Manutenzione ordinaria e fascicolo
Sommario::
Creato il: 21/09/2009 19:36
Lineare : Ad albero : Singolo messaggio : Ramo di messaggi
Cerca argomento Cerca argomento
Utilità argomenti Utilità argomenti
Visualizza argomenti simili Visualizza argomenti simili
Visualizza argomento come testo semplice. Stampa questo argomento.
 21/09/2009 19:36
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
gerric

Interventi: 12
Data iscrizione: 22/03/2009

Avrei bisogno di un chiarimento.

Per lavori di manutenzione ordinaria (sostituzione di alcune lastre usurate da una tetto) non deve essere predisposto dal CSP il fascicolo dell'opera (art. 91, comma 1, lett. b).
Se però nel cantiere opererà più di una impresa, il fascicolo dovrà essere predisposto dal CSE in base all'art. 92, comma 2.

Quindi, se non ho capito male:

manutenzione ordinaria con una sola impresa = NO fascicolo
manutenzione ordinaria con due o più imprese = SI fascicolo

Grazie
 21/09/2009 21:06
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
igor

Interventi: 443
Data iscrizione: 10/07/2008

Manutenzione ordinaria> non esiste mai l'obbligo di predisposizione del F.O. sia nel caso di presenza di 1 impresa sia nel caso della presenza di n imprese.
Nel caso citato il CSE deve predisporre i documenti di competenza del CSP; se in caso di manutenzione ordinaria non esiste l'obbligo per il CSP , conseguentemente non esiste l'obbligo per il CSE.

Modificato: 21/09/2009 a 21:15 di igor
 21/09/2009 21:29
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
gerric

Interventi: 12
Data iscrizione: 22/03/2009

Chiarissimo. Grazie mille
 04/12/2009 22:04
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
denis2007

Interventi: 185
Data iscrizione: 07/07/2008

Sto predisponendo un fascicolone ... l'intervento è - per i miei standard - abbastanza importante e mi viene un dubbio: non ho mai messo nei fascicoli precedenti le strutture di fondazione o portanti come elementi verso cui pensare un intervento manutentivo, per il fatto che se dovessi intervenire su una struttura di fondazione probabilmente sarà un intervento che richiederà un PSC. Però mi è venuto un dubbione (colpa forse della A che mi sta attanagliando) è un ragionamento corretto o una cavolata?

-------------------------
Nec videar dum sim
 05/12/2009 11:21
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
igor

Interventi: 443
Data iscrizione: 10/07/2008

Originally posted by: denis2007

Sto predisponendo un fascicolone ... l'intervento è - per i miei standard - abbastanza importante e mi viene un dubbio: non ho mai messo nei fascicoli precedenti le strutture di fondazione o portanti come elementi verso cui pensare un intervento manutentivo, per il fatto che se dovessi intervenire su una struttura di fondazione probabilmente sarà un intervento che richiederà un PSC. Però mi è venuto un dubbione (colpa forse della A che mi sta attanagliando) è un ragionamento corretto o una cavolata?


Non é una cavolata.
tanto é vero che dovrai tener conto anche del piano di manutenzione delle strutture

***
MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
CIRCOLARE 2 febbraio 2009 , n. 617
Istruzioni per l'applicazione delle «Nuove norme tecniche per le
costruzioni» di cui al decreto ministeriale 14 gennaio 2008.
(Gazzetta Ufficiale n. 47 del 26 febbraio 2009 - Suppl. Ordinario n.27)
dove al cap. 10.4.1) il piano di manutenzione delle strutture viene esplicitato:

Il piano di manutenzione delle strutture é il documento complementare al progetto strutturale che ne prevede, pianifica e programma, tenendo conto degli elaborati progettuali esecutivi dell'intera opera, l'attività di manutenzione dell'intervento al fine di mantenerne nel tempo la funzionalità, le caratteristiche di qualità, l'efficienza ed il valore economico.
Il piano di manutenzione delle strutture - coordinato con quello generale della costruzione costituisce parte essenziale della progettazione strutturale. Esso va corredato, in ogni caso, del manuale d'uso, del manuale di manutenzione e del programma di manutenzione delle strutture.
 05/12/2009 13:15
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
denis2007

Interventi: 185
Data iscrizione: 07/07/2008

mumble mumble ..... ma il piano di manutenzione cosa ci azzecco con il fascicolo dell'opera? Non sono 2 cose diverse?!

-------------------------
Nec videar dum sim
 05/12/2009 14:53
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
quandomai

Interventi: 544
Data iscrizione: 15/09/2008

Originally posted by: denis2007

mumble mumble ..... ma il piano di manutenzione cosa ci azzecco con il fascicolo dell'opera? Non sono 2 cose diverse?!


Per i lavori pubblici il Piano di manutenzione è un documento di progetto. Il Fascicolo dell'opera deve indicare come fare in sicurezza i lavori necessari a mantenere l'opera. Cioè le misure di sicurezza per fare i lavori che il Piano di manutenzione prevede debbano essere fatti dopo che l'opera è stata consegnata al Committente.
Quindi è vero che sono due cose diverse, ma la seconda è strettamente collegata alla prima.
I problemi nascono per i lavori privati per i quali non è obbligatorio per il progettista predisporre il Piano di manutenzione, a meno che con la circolare citata da Igor qualcosa cambi.
 05/12/2009 15:49
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
igor

Interventi: 443
Data iscrizione: 10/07/2008

Originally posted by: denis2007

mumble mumble ..... ma il piano di manutenzione cosa ci azzecco con il fascicolo dell'opera? Non sono 2 cose diverse?!


Nei lavori pubblici DEVI tener conto del piano di manutenzione.
( punto 1- introduzione allegato XVI ), e per estensione, se le NTC lo prevedono, per le sole strutture, devi farlo, sia che i lavori siano pubblici o privati.
Il piano di manutenzione contiene:

Manuale d'uso, che riporta le informazioni sulle modalità di fruizione e conservazione del bene e sulle procedure da adottare per riconoscere fenomeni di deterioramento anomalo del bene;


Manuale di Manutenzione, dove vengono indicati, per ogni Elemento Manutenibile, le anomalie riscontrabili, gli schemi e le rappresentazioni grafiche, il livello minimo delle prestazioni e le descrizioni delle risorse necessarie per l'intervento manutentivo;

Il programma di manutenzione prevede un sistema di controlli e di interventi da eseguire, a cadenze temporalmente o altrimenti prefissate, al fine di una corretta gestione del bene e delle sue parti nel corso degli anni. Esso si articola secondo tre sottoprogrammi:
a) il sottoprogramma delle prestazioni, che prende in considerazione, per classe di requisito, le prestazioni fornite dal bene e dalle sue parti nel corso del suo ciclo di vita;
b) il sottoprogramma dei controlli, che definisce il programma delle verifiche e dei controlli al fine di rilevare il livello prestazionale (qualitativo e quantitativo) nei successivi momenti della vita del bene, individuando la dinamica della caduta delle prestazioni aventi come estremi il valore di collaudo e quello minimo di norma;
c) il sottoprogramma degli interventi di manutenzione, che riporta in ordine temporale i differenti interventi di manutenzione, al fine di fornire le informazioni per una corretta conservazione del ben

Quindi, concettualmente, non tenendo conto del piano di manutenzione, nel suo complesso , ovviamente ove esista, è come voler eseguire la valutazione dei rischi delle lavorazioni , senza conoscere quante e quali lavorazioni occorra eseguire e come debbano essere seguite, in relazione anche alla tempistica dei relativi interventi.

Di conseguenza, se non conosci in concreto le attività manutentive da eseguire , come fai a predisporre "un fascicolo contenente le informazioni utili ai fini della prevenzione e protezione dai rischi a cui sono esposti i lavoratori" - "tenendo conto:
. delle SPECIFICHE norme di buona tecnica
. dell'Allegato II al documento UE 26 maggio 1993,

all'atto di eventuali lavori successivi sull'opera?

Modificato: 05/12/2009 a 15:50 di igor
 05/12/2009 17:16
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
denis2007

Interventi: 185
Data iscrizione: 07/07/2008

Sigh! Gulp! Acc! Allora prima di chiudere il fascicolo dovrò senz'altro pretendere dall'ing. calcolatore che mi metta giù il piano suddetto. Speriamo che capisca! Grazie delle delucidazioni!

-------------------------
Nec videar dum sim
 09/12/2009 15:14
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
ediltilk

Interventi: 50
Data iscrizione: 19/09/2008

Originally posted by: igor


Nel caso citato il CSE deve predisporre i documenti di competenza del CSP; se in caso di manutenzione ordinaria non esiste l'obbligo per il CSP , conseguentemente non esiste l'obbligo per il CSE.


Vorrei una delucidazione ... in caso di Manutenzione ordinaria, e in presenza di più imprese, non serve la presenza del CSE e del PSC ???
Nella 106/09 in quale articolo è scritto ???
Io a febbraio dovrei iniziare la rimozione di lastre di amianto, il piano di lavoro è già stato inviato all'ASL e il comune, almeno a detta della committenza (Ma ora mi informo) si accontenta di un modulo per la manutenzione ordinaria per effettuare i lavori, quindi niente PSC ?!?!

Grazie in anticipo per i chiarimenti
 09/12/2009 15:45
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
ediltilk

Interventi: 50
Data iscrizione: 19/09/2008

scusate credo di aver male interpretato la risposta di Igor, ... come non detto :

In caso di + imprese, manutenzione ordinaria o no, ci vuole sempre il CSE..
 09/12/2009 15:54
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
igor

Interventi: 443
Data iscrizione: 10/07/2008

+++

Modificato: 09/12/2009 a 15:58 di igor
 09/12/2009 17:28
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
stepil

Interventi: 627
Data iscrizione: 07/07/2008

mizz...Igor quella foto e le tre croci ... incutono timore....
ciaoo

-------------------------
L’unico posto dove “ successo” viene prima di “ sudore” è il dizionario. V.S.
 10/12/2009 09:05
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
igor

Interventi: 443
Data iscrizione: 10/07/2008

Originally posted by: stepil

mizz...Igor quella foto e le tre croci ... incutono timore....

ciaoo


In effetti, forse erano meglio tre asterischi, per cancellare una risposta inviata in filo di clik, alla precisazione di Ediltilk.
ciao
 02/08/2012 15:41
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
aracnotron

Interventi: 3
Data iscrizione: 07/07/2008

Avrei un problema in merito alla questione.
C/o un capannone sono stati fatti degli interventi classificabili come "manutenzione ordinaria" (p.e. la sostituzione dell'impianto a sprinkler) per i quali non sono stati rischiessi permessi edilizi. In qualità di coordinatore ho redatto il PSC ma non il fascicolo.
Soltanto per una attività inerente il progetto, l'ultima in ordine di realizzazione, è stata adesso presentata una SCIA.
Quindi cosa devo fare? redigere il fascicolo? solo per l'attività oggetto della SCIA o per tutto?
Grazie
 03/08/2012 10:37
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
quadrato

Interventi: 375
Data iscrizione: 07/07/2010

il fascicolo va redatto o aggiornato solamente per la porzione di opera da eseguirsi non per quello che resta "così come è"
Solo in presenza di un permesso di costruire o di una ristrutturazione completa andrai a redigere o aggiornare il fascicolo dell'opera precedente per intero.
 03/08/2012 11:02
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
aracnotron

Interventi: 3
Data iscrizione: 07/07/2008

Grazie mille della risposta.
Nel mio caso, l'oggetto della SCIA è l'apertura nelle pareti di nuove uscite di emergenza con conseguente installazione di porte REI.
Le pare opportuno redigere un fascicolo solo per la manutenzione delle porte?
Cosa ne pensa? Crede che potrei bellamente "bypassare" il problema?
 03/08/2012 11:18
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
quadrato

Interventi: 375
Data iscrizione: 07/07/2010

se è manutenzione ordinaria non serve il fascicolo
Articolo 91 - Obblighi del coordinatore per la progettazione
1. Durante la progettazione dell'opera e comunque prima della richiesta di presentazione delle offerte, il
coordinatore per la progettazione:
b) predispone un fascicolo adattato alle caratteristiche dell'opera, i cui contenuti sono definiti all'ALLEGATO
XVI, contenente le informazioni utili ai fini della prevenzione e della protezione dai rischi cui sono esposti i
lavoratori, tenendo conto delle specifiche norme di buona tecnica e dell'allegato II al documento UE 26
maggio 1993. Il fascicolo non è predisposto nel caso di lavori di manutenzione ordinaria di cui all'articolo 3,
comma 1, lettera a) del Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia, di cui
al Decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380(N).
 03/08/2012 14:33
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
michi.

Interventi: 27
Data iscrizione: 22/03/2011

Originally posted by: aracnotron

Grazie mille della risposta.

Nel mio caso, l'oggetto della SCIA è l'apertura nelle pareti di nuove uscite di emergenza con conseguente installazione di porte REI.

Le pare opportuno redigere un fascicolo solo per la manutenzione delle porte?

Cosa ne pensa? Crede che potrei bellamente "bypassare" il problema?


io penso che l'intervento potrebbe non essere qualificabile nella "ordinaria manutenzione" ma nella "straordinaria", tant'è che fai riferimento ad una SCIA e non ad altro (vedi Comunicazione Inizio Lavori art. 6 comma 2 lettera a) o addirittura Attività Edilizia Libera art. 6 comma 1 lettera a) del DPR 380/01).
ciao
 03/08/2012 14:39
Utente offline Visualizza il profilo dell'utente Stampa questo messaggio

Author Icon
Geppus

Interventi: 262
Data iscrizione: 26/07/2008

Originally posted by: aracnotronLe pare opportuno redigere un fascicolo solo per la manutenzione delle porte?

Non è questione di opportunità nè di scelte: se esiste una SCIA sei obbligato a redigere il fascicolo, anche se ti pare un'operazione priva di senso.
Statistiche
75046 utenti sono registrati al forum Edilio - I forum dell'edilizia.
Ci sono attualmente 1 utenti collegati.