Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

Edilizia scolastica: 3.9 mld di euro e anagrafe quasi pronta

#scuolesicure #scuolenuove #scuolebelle

Edilizia scolastica: 3.9 mld di euro e anagrafe quasi pronta
TAG:
materiali, recupero, sicurezza cantieri

Vota questa notizia (1 voti):


Condividi:
      
Invia ad un amico
Stampa



 

3,9 miliardi: sono queste le risorse destinate all'edilizia scolastica.
L'investimento sulla scuola "è grosso", ma non si esaurisce con quanto fatto finora, "vogliamo continuare sempre a mettere il segno '+' davanti alle risorse destinate al settore". Queste le parole del sottosegretario all'Istruzione, Davide Faraone, che ha di recente fatto il punto su risorse, interventi e progetti in cantiere per rendere le scuole italiane "più belle e sicure" e dunque evitare che si ripetano tragici incidenti.

Ai quasi 4 miliardi si arriva grazie agli impegni di spesa legati ai Fondi Pon e Por (1025 mln per efficientamento energetico, impianti sportivi, sicurezza...), alle risorse contenute nel ddl la Buona scuola (590 mln per scuole innovative, indagini diagnostiche sui solai degli edifici e recupero di risorse da vecchie procedure di stanziamento) e ai mutui agevolati Bei (940 milioni per 4.000 interventi di ristrutturazione, messa in sicurezza, adeguamento antisismico, alloggi universitari ecc.).
Si deve tener conto anche delle risorse di Scuole Belle, oltre 17.000 interventi tra il 2014 e il 2016 (150 mln investiti nel 2014 realizzando il 94,1% degli interventi previsti; 130 mln nella legge di stabilita' per il primo semestre 2015 e 170 mln per la seconda tranche 2015); Scuole sicure (550 mln, tra decreto del fare e delibera Cipe, per 2.328 interventi di manutenzione straordinaria, bonifica amianto e messa a norma); Scuole nuove (344 mln, 454 comuni interessati, 500.000 euro in media per ogni cantiere, grazie allo sblocco del patto di stabilita'). 

Trecento milioni di fondi Inail
verranno poi destinati alla realizzazione di 60 scuole "altamente innovative". I progetti saranno selezionati attraverso un concorso di idee ed entro l'estate il ministero dell'Istruzione lancera' il relativo bando. I nuovi edifici dovranno avere "ambienti di apprendimento tecnologici, impianti efficienti, nuove architetture che meglio si adattano a nuovi modelli didattici, spazi esterni adeguati; il tutto con un occhio alla sostenibilita' dei materiali e progettazione partecipata". 

Manca ancora qualche regione all'appello, ma l'Anagrafe nazionale sull'edilizia scolastica vedrà la luce a breve. Verra' infatti presentata il 22 aprile - ha annunciato il sottosegretario Faraone aggiungendo che l'Osservatorio per l'edilizia scolastica (non convocato per 20 anni) sara' trasformato in Sportello unico per l'edilizia scolastica con la partecipazione di tutti i soggetti interessati alla questione (Upi, Anci, Regioni, Miur, Unita' di missione...). 

Grande attenzione sarà data anche alla manutenzione degli istituti scolastici. L'operazione #Scuolebelle mette, infatti, a disposizione dei dirigenti scolastici una squadra di manutentori per opere di piccola manutenzione, tinteggiatura, infissi, decoro.


ansa


@edilio_it



Network

Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio



Media Partner

Partner Edilio Partner Edilio Partner Edilio