Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

Consulente Immobiliare n. 807/2008. Gruppo Il Sole 24Ore

Vota questa notizia (1 voti):


Condividi:
      
Invia ad un amico
Stampa










In collaborazione con






Finanziaria 2008 - Reverse charge in edilizia: che cosa cambia nel 2008 – Dal 1° febbraio 2008 le prestazioni edili rese nei confronti di un contraente generale (c.d. general contractor) sono soggette alla ordinaria disciplina di fatturazione indipendentemente dalla qualificazione del rapporto contrattuale che viene instaurato con i terzi affidatari dei lavori. Dal 1° marzo 2008 le cessioni di immobili strumentali effettuate nei confronti di soggetti IVA con limitato diritto alla detrazione, obbligatoriamente assoggettate a IVA ai sensi dell’art. 10, n. 8-ter), lett. b), del D.P.R. 633/1972, sono effettuate con il meccanismo dell’inversione contabile. Sanzioni più lievi per gli errori commessi dai contribuenti che applicano il regime del reverse charge. È necessario, però, che l’imposta sia stata comunque assolta da una delle parti e che non vi sia stato danno per l’erario.


Finanziaria 2008 - Agevolazioni tributarie a favore della piccola proprietà contadina – Disposta un’ulteriore proroga del termine per beneficiare delle agevolazioni fiscali a favore della cosiddetta piccola proprietà contadina, agevolazioni che riguardano l’acquisto di terreni agricoli da parte di coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, con l’applicazione delle imposte di registro e ipotecaria in misura fissa (168 euro) e l’imposta catastale in misura proporzionale (1%). La nuova scadenza è ora il 31 dicembre 2008.


Finanziaria 2008 - Tariffa sui rifiuti, rinviata l’entrata in vigore – È stata prorogata di un altro anno l’applicabilità del regime della TARSU. Dunque, per il passaggio obbligatorio dalla tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani alla tariffa dei rifiuti urbani, la cui natura è ancora controversa, c’è ancora tempo.


Finanziaria 2008 - Immobili pubblici, dismissione e valorizzazione – Varie sono le disposizioni che disciplinano la dismissione degli immobili di proprietà pubblica. In particolare i commi 313-319 dell’art. 1 disciplinano il piano di valorizzazione dei beni pubblici, il comma 320 il programma di razionalizzazione del patrimonio della Difesa e i commi 627-631 le dismissioni degli alloggi della Difesa.


Finanziaria 2008 - Gli interventi per il risparmio energetico – In materia di incentivi alla produzione di energia elettrica attraverso l’impiego di fonti rinnovabili e, più in generale, in un contesto di favore per il risparmio energetico, la Manovra di quest’anno prosegue il cammino normativo tracciato dalla legislazione precedente. Novità, quindi, relative al settore edilizio, vincoli imposti agli enti locali e agevolazioni fiscali.


Finanziaria 2008 - Energia e fisco sempre più “uniti” – Finalmente il rapporto tra risparmio energetico e fisco, nato con la Finanziaria dell’anno scorso, diventa stabile. Oltre alla proroga di 3 anni per le detrazioni del 55% sulla riqualificazione energetica degli edifici, la Finanziaria per il 2008 aggiunge altre disposizioni come il divieto di vendita di elettrodomestici a bassa efficienza energetica e di lampadine a incandescenza; la possibilità per i comuni di fissare, dal 2009, un’aliquota ICI agevolata per chi decide di installare impianti da fonte  rinnovabile, per la produzione di energia elettrica e/o termica per uso domestico.


Finanziaria 2008 - Fonti rinnovabili obbligatorie per tutti i nuovi edifici – A decorrere dal 1° gennaio 2009, nel regolamento edilizio, ai fini del rilascio del permesso di costruire, deve essere prevista per tutti gli edifici di nuova costruzione l’installazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, che garantiscano per ciascuna abitazione almeno 1 kW di energia. Viene fissata, invece, in 5 kW la produzione energetica minima per i fabbricati industriali con superficie non inferiore ai 100 mq.


Finanziaria 2008 - Nuove modalità di calcolo dell’indennità di esproprio – Nuovi criteri per la determinazione delle indennità di esproprio delle arre edificabili, proventi delle concessioni edilizie utilizzabili per spese correnti e  manutenzioni ordinarie, più mezzi per la lotta all’abusivismo edilizio. Queste alcune delle novità più significative in materia edilizia introdotte dalla Finanziaria per il 2008.


Finanziaria 2008 - Estromissione di immobili strumentali dall’impresa individuale – Riproposta l’estromissione agevolata dal patrimonio dell’imprenditore individuale degli immobili strumentali per destinazione, già introdotta in passato da altri provvedimenti legislativi. L’agevolazione consente agli imprenditori individuali di estromettere dalla sfera di impresa gli immobili strumentali al 30 novembre 2007, mediante il versamento di un’imposta  sostitutiva del 10% calcolata sulla differenza tra il valore catastale dell’immobile e il suo costo fiscalmente riconosciuto.


Finanziaria 2008 - Vecchi ammortamenti proporzionali all’area e al fabbricato – Ai fini dello scorporo delle aree occupate dalla costruzione e delle relative pertinenze, le quote dedotte nei periodi di imposta precedenti a quello in corso al 4 luglio 2006, calcolate sul costo complessivo, sono riferite proporzionalmente al costo dell’area e al costo del fabbricato. Lo ha confermato la Finanziaria 2008 (al comma 81 dell’art. 1) che è intervenuta anche in  materia di deducibilità del costo dei fabbricati strumentali.


Finanziaria 2008 - La durata del leasing e i nuovi criteri di deducibilità – La legge 244 del 24 dicembre 2007, all’art. 1, comma 33, lett. n), contiene le modifiche all’art. 102 del TUIR in materia di deducibilità dei canoni leasing, in capo all’impresa utilizzatrice, e di deducibilità delle quote di ammortamento, in capo all’impresa concedente.


Finanziaria 2008 - Introdotto un bonus per le aggregazioni professionali – Ai commi 70-76 dell’art 1, la legge finanziaria per il 2008 ha introdotto un bonus, sotto forma di credito di imposta, volto a incentivare le varie aggregazioni tra professionisti. Le aggregazioni debbono essere state effettuate tra il 1° gennaio 2008 e il 31 dicembre 2010.


Finanziaria 2008 - Alcune novità nel settore agricolo – Numerose le novità anche nel settore agricolo. Oltre alle consuete proroghe dell’applicazione dell’aliquota IRAP ridotta e delle agevolazioni tributarie concernenti la cosiddetta “piccola proprietà contadina”, si segnalano diversi interventi che spaziano dal campo fiscale a quelli dei finanziamenti e del lavoro.


Finanziaria 2008 - Appalti pubblici, stop agli arbitrati – La Finanziaria per il 2008 ha introdotto, all’art. 3, commi 19-23, importanti nuove disposizioni in materia di arbitrato nei contratti pubblici e di accordo bonario e in particolare il divieto, per le Pubbliche amministrazioni, di inserire clausole compromissorie, che demandino le future controversie ai collegi arbitrali, nei contratti di lavori forniture e servizi. Contestualmente alla sua entrata in vigore, la norma è stata sospesa dal decreto “milleproroghe” ed entrerà in vigore il 1° luglio 2008.







Legge 24 dicembre 2007, n. 244

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale

e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2008).

In S.O. n. 285 alla Gazzetta Ufficiale del 28 dicembre 2008, n. 300.


 


Mutui - Certificazioni ipotecarie, le modalità di riscossione dei tributi – Con la circolare n. 1/T del 18 gennaio scorso, l’Agenzia del territorio ha fornito chiarimenti in ordine alle corrette modalità di riscossione dei tributi (imposta di bollo e tasse ipotecarie) dovuti in relazione a certificazioni ipotecarie richieste, ma non ritirate dagli interessati. Per il testo integrale del provvedimento si veda all’indirizzo www.agenziaterritorio.it.







Circolare dell’Agenzia del territorio, 18 gennaio 2008, n. 1/T

Certificazioni ipotecarie – Trattamento tributario – Individuazione del momento genetico dell’obbligazione tributaria – Mancato ritiro da parte del richiedente.


Edilizia residenziale - Piano casa: ripartiti i fondi tra le regioni – Il D.M. infrastrutture del 28 dicembre 2007, sul piano straordinario per la casa, stanzia circa 550 milioni di euro, con l’obiettivo di ampliare su tutto il territorio nazionale l’offerta di alloggi sociali e, in particolare, di garantire alle famiglie sotto sfratto appartenenti a specifiche categorie sociali il cosiddetto passaggio da casa a casa. Allegati al provvedimento, la ripartizione del fondo tra le regioni e l’elenco dei progetti prioritari da soddisfare con le risorse a disposizione.







Decreto del Ministero delle Infrastrutture 28 dicembre 2007

Programma straordinario di edilizia residenziale pubblica, di cui all’art. 21 del D.L. 159 del 1°

ottobre 2007, convertito, con modificazioni, dalla legge 222 del 29 novembre 2007, recante:

«Individuazione degli interventi prioritari e immediatamente realizzabili e riparto della disponibilità finanziaria».

In Gazzetta Ufficiale  del 17 gennaio 2008, n. 14.




Fonte: Consulente immobiliare n. . 806/2008, Gruppo"Il
Sole
24
Ore”





@edilio_it



Network

Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio



Media Partner

Partner Edilio Partner Edilio Partner Edilio