Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

Consulente Immobiliare n. 806/2008. Gruppo Il Sole 24Ore

Vota questa notizia (1 voti):


Condividi:
      
Invia ad un amico
Stampa










In collaborazione con




Finanziaria 2008 - Mutui per la costruzione dell’abitazione principale – Con il D.L. 159/2007, convertito nella legge 222/2007, novità in tema di detrazione degli interessi passivi sui mutui per la costruzione  dell’abitazione principale. Il contribuente può detrarre dall’IRPEF, nella misura del 19%, gli interessi passivi e

i relativi oneri accessori pagati sul mutuo, a condizione che esso sia stato stipulato nei sei mesi precedenti

o nei diciotto mesi successivi alla data di inizio dei lavori.


Finanziaria 2008 - Riscritta la disciplina dei fabbricati rurali – Con un ennesimo intervento nell’ambito della disciplina dei fabbricati rurali, il legislatore del cosiddetto “Collegato” alla manovra economica per il 2008 ha riscritto la normativa per il riconoscimento degli immobili rurali agli effetti fiscali. La novella, che ha allargato i requisiti per il riconoscimento della ruralità delle costruzioni, alleviando quindi il peso fiscale che gravava su diversi fabbricati (per esempio, fabbricati abitativi posseduti dalle società agricole), è contenuta nell’art. 42-bis del D.L. 159/2007 convertito, con modificazioni, dalla legge 222/2007.


Finanziaria 2008 - Variazioni colturali anche per l’aggiornamento catastale – Il legislatore del “Collegato” alla manovra economica 2008 è intervenuto anche sulla disciplina degli estimi dei terreni agrari. Scompare,

perlomeno con effetto dal 1° dicembre 2007, la precedente previsione secondo cui i nuovi redditi “producono effetto fiscale, in deroga alle vigenti disposizioni, a decorrere dal 1° gennaio dell’anno in cui viene presentata la dichiarazione”.







Legge 24 dicembre 2007, n. 244

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale

e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2008).

In S.O. n. 285 alla Gazzetta Ufficiale del 28 dicembre 2008, n. 300.


Mutui –Ipoteche frazionate, esclusa la cancellazione d’ufficio – Con la circolare n. 13 del 20 novembre,

l’Agenzia del territorio riprende e conferma l’orientamento già manifestato nella precedente circolare n. 5/2007, in merito alla non applicabilità del procedimento di cancellazione delle ipoteche iscritte sui mutui immobiliari (introdotto dall’art. 13, commi 8 sexies e segg., del D.L. 7/2007, convertito dalla legge 40/2007), in presenza di iscrizioni ipotecarie frazionate, a garanzia di quote di mutuo oggetto di accollo. Per il testo integrale del provvedimento si veda all’indirizzo www.agenziaterritorio.it.







Circolare dell’Agenzia del territorio 20 novembre 2007, n. 13/T

Cancellazione di ipoteche ex art. 13, commi da 8-sexies a 8-quaterdecies, del D.L. 7 del 31

gennaio 2007, convertito, con modificazioni, dalla legge 40 del 2 aprile 2007 – Cancellazione

di ipoteca frazionata – Profili interpretativi.


Agevolazioni fiscali -Impianti fotovoltaici: “scambi sul posto” e cessione dell’energia – Con la circ. 66/E/2007, l’Agenzia delle entrate fornisce ulteriori precisazioni circa il par. 2 della circ. n. 46/E/2007, che esamina le modalità di erogazione della tariffa incentivante prevista per i titolari di impianti fotovoltaici in relazione all’energia prodotta annualmente. La recente circolare chiarisce che quanto riportato nel par. 2 della circ. n. 46/E/2007 trova applicazione solo per gli impianti incentivati ai sensi del D.M. 28 luglio 2005 e non anche per gli impianti incentivati ai sensi del D.M. 19 febbraio 2007; restano, invece, confermati i chiarimenti già resi con la circolare in esame in ordine al trattamento fiscale della tariffa incentivante. Per il testo integrale del provvedimento si veda all’indirizzo www.agenziaentrate.it.







Circolare dell’Agenzia delle entrate 6 dicembre 2007, n. 66/E,

Tariffa incentivante art. 7, comma 2, del D.Lgs. 387 del 29 dicembre 2003 – Circ. n. 46/E del

19 luglio 2007 – Precisazione.


Fisco - Donazioni, tassazione indiretta della risoluzione per “mutuo consenso” – L’Agenzia delle entrate, con la ris. n. 329 del 14 novembre 2007, ha fornito chiarimenti in merito al trattamento tributario applicabile, ai fini delle imposte indirette, alla risoluzione per mutuo consenso di una donazione; in particolare, l’atto di risoluzione verrebbe stipulato tra l’originario donante e gli eredi del donatario. Secondo le Entrate, la facoltà di risolvere il contratto di donazione perfezionatosi tra donante e donatario non è trasmissibile mortis causa agli eredi. Per il testo integrale del provvedimento si veda all’indirizzo www.agenziaentrate.it.











Risoluzione dell’Agenzia delle entrate 23 novembre 2007, n. 340/E

IRAP - Soggetti passivi – Artt. 2 e 3 del D.Lgs. 446 del 12 dicembre 1997.

Risoluzione dell’Agenzia delle entrate 14 novembre 2007, n. 329/E

Risoluzione per mutuo consenso di una donazione tra il donante e gli eredi del donatario – Rilevanza ai fini delle imposte indirette.




Fonte: Consulente immobiliare n. . 806/2008, Gruppo"Il
Sole
24
Ore”







@edilio_it



Network

Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio



Media Partner

Partner Edilio Partner Edilio Partner Edilio