Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

Consulente Immobiliare n. 805/2008. Gruppo Il Sole 24Ore

Vota questa notizia (1 voti):


Condividi:
      
Invia ad un amico
Stampa










In collaborazione con




Fisco - SIIQ: modalità di esercizio dell’opzione per il regime di tassazione – La legge finanziaria 2007 (art. 1, commi da 119 a 141) ha introdotto un nuovo regime speciale opzionale, sia civilistico sia fiscale, per le società per azioni residenti, le cui azioni sono negoziate in mercati regolamentati e che svolgono in via prevalente l’attività di locazione immobiliare. L’opzione per il regime speciale deve essere esercitata entro il termine del periodo d’imposta anteriore a quello dal quale il contribuente intende avvalersene. L’Agenzia delle entrate, con provvedimento del 28 novembre (a pag. 2267), ha stabilito le modalità di esercizio dell’opzione per il regime di tassazione e ha istituito l’elenco di cui all’art. 3, comma 3, del D.M. economia e finanze 174/2007. Per il testo integrale del provvedimento si veda all’indirizzo www.agenziaentrate.it.







Provvedimento dell’Agenzia delle entrate 28 novembre 2007

Modalità di esercizio dell’opzione per il regime civile e fiscale delle società di investimento

immobiliare quotate, ai sensi dell’art. 1, comma 120, della legge 296 del 27 dicembre 2006

(legge finanziaria 2007) e istituzione dell’elenco di cui all’art. 3, comma 3, del D.M. economia

e delle finanze 174 del 7 settembre 2007.


 


Fisco - La regola del “prezzo-valore” vale anche per la permuta di unità abitative – La regola del cosiddetto “prezzo-valore” si applica anche alla permuta di immobili a uso abitativo tra persone fisiche che non  agiscono nell’esercizio di impresa, arte o professione. Lo ha chiarito l’Agenzia delle entrate, con la ris. n. 320/E del 9 novembre 2007. Per il testo integrale dei provvedimenti si veda all’indirizzo www.agenziaentrate.it.















Risoluzione dell’Agenzia delle entrate 9 novembre 2007, n. 320/E

Notaio ALFA – Applicazione del sistema del cosiddetto “prezzo-valore” a una permuta immobiliare. Art. 1, comma 497 della legge 266 del 23 dicembre 2005.

Risoluzione dell’Agenzia delle entrate 7 novembre 2007, n. 317/E

Attività di compravendita immobiliare. Art. 35, comma 9, del D.L. 223/2006.

Risoluzione dell’Agenzia delle entrate 5 novembre 2007, n. 311/E

Istanza di interpello – Atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di beni immobili a favore di enti pubblici territoriali – Imposte ipotecaria e catastale.


 


Catasto - Dati catastali: le regole per l’interscambio con altre PA – Definite le regole tecnico-economiche

per l’utilizzo dei dati catastali per via telematica da parte dei sistemi informatici di altre amministrazioni. Viene in tal modo perfezionato il procedimento – già attivato in modalità provvisoria con l’emanazione della circ. n. 7 del 15 dicembre 2006 – previsto per la piena attuazione dell’interscambio dati posto alla base della cooperazione applicativa tra l’Agenzia del territorio e le altre Pubbliche amministrazioni, nel quadro del  nuovo sistema informativo nazionale catastale.







Decreto dell’Agenzia del territorio 13 novembre 2007

Definizione delle regole tecnico-economiche per l’utilizzo dei dati catastali per via telematica

da parte dei sistemi informatici di altre amministrazioni, ai sensi dell’art. 59, comma 7-bis, del D.Lgs. 82 del 7 marzo 2005.

S.O. n. 243 alla Gazzetta Ufficiale del24 novembre 2007, n. 274,


 


Project financing - Gare e diritto di prelazione – L’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, con la determinazione n. 8/2007, ha approfondito la questione del diritto di prelazione nelle gare di project financing e ha fornito ulteriori chiarimenti in materia. In particolare l’Authority ha stabilito che per le  procedure i cui avvisi ex art. 153 siano stati pubblicati anteriormente all’entrata in vigore dell’art. 153 del D.Lgs. 163/2006, modificato dal D.Lgs. 113/2007, e contenenti espressamente la previsione del diritto di prelazione in favore del promotore, continuerà ad applicarsi il previgente assetto normativo contemplante  tale diritto (vale a dire tutti gli avvisi pubblicati entro il 31 luglio 2007); al contrario, per le procedure i cui avvisi indicativi siano pubblicati successivamente al medesimo decreto, deve trovare applicazione la nuova disciplina, con esclusione del diritto di prelazione in favore del promotore stesso (ossia gli avvisi pubblicati dal 1° agosto 2007). Per il testo integrale del provvedimento si veda all’indirizzo www.autoritalavoripubblici.it.







Determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture 11 ottobre 2007, n. 8

Diritto di prelazione nelle procedure di project financing e disciplina transitoria applicabile

a seguito del D.Lgs. 113 del 31 luglio 2007.


 




Fonte: Consulente immobiliare n. . 805/2008, Gruppo"Il
Sole
24
Ore”







@edilio_it



Network

Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio



Media Partner

Partner Edilio Partner Edilio Partner Edilio