Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

#Anit, #Normativa: aggiornamenti su #EfficienzaEnergetica #ContoTermico

@ANIT_1984 #acustica #edilizia

Anit, Normativa: aggiornamenti su EfficienzaEnergetica ContoTermico
Vota questa notizia (1 voti):


Condividi:
      
Invia ad un amico
Stampa



ANIT - Associazione Nazionale per l'Isolamento Termico e acustico pubblica dei chiarimenti normativi inerenti le seguenti tematiche:

1. Fondi per l'efficienza energetica nelle scuole
Si apre lo sportello per la presentazione delle domande per la concessione di finanziamenti a tasso agevolato per 350 milioni di euro messi a disposizione per l’efficientamento energetico delle scuole.
LINK: http://www.anit.it/fondi-per-lefficienza-energetica-nelle-scuole

2. Parte il Bando efficienza energetica per le Regioni del Sud
A partire da oggi dalle ore 10.00 le imprese presenti nelle Regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia potranno presentare domanda per accedere ai 120 milioni di euro per sostenere interventi per la riduzione dei consumi energetici. Le risorse, stanziate dal Decreto 24 aprile 2015, servono a sostenere la crescita e il rilancio competitivo le aziende del Sud attraverso l’attuazione di investimenti funzionali ad un uso più razionale e sostenibile dell’energia all’interno dei processi produttivi.
LINK: http://www.anit.it/parte-il-bando-efficienza-energetica-per-le-regioni-del-sud

3. Auditor energetici: pubblicata la UNI EN 16247 - parte 5
È stata pubblicata la UNI CEI EN 16247-5 “Diagnosi energetiche, Parte 5: competenze dell’auditor energetico”.
Si tratta dell’ultima parte della serie EN 16247, che va a chiudere un pacchetto di documenti normativi di primaria importanza per l’attuazione del decreto legislativo 102/2014.
LINK: http://www.anit.it/auditor-energetici-pubblicata-la-uni-en-16247-parte-5

4. Nuova versione della UNI 10200
Pubblicata da UNI una nuova edizione della UNI 10200 “Impianti termici centralizzati di climatizzazione invernale e produzione di acqua calda sanitaria - Criteri di ripartizione delle spese di climatizzazione invernale ed acqua calda sanitaria”.
LINK: http://www.anit.it/nuova-versione-della-uni-10200

5. Conto termico: apertura dei registri 2015
Dalle ore 9,00 di mercoledì 20 maggio 2015 alle ore 21,00 del 19 luglio 2015 sul sito del GSE è possibile presentare le richieste di iscrizione ai Registri per l’anno 2015 riservati agli interventi di cui all’art. 4, comma 2 lettere a) e b) ( cioè sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica e con impianti dotati di generatore di calore alimentato da biomassa) del D.M. 28 dicembre 2012, realizzati dalle Amministrazioni pubbliche e dai Soggetti privati.
LINK: http://www.gse.it/it/salastampa/news/Pages/Conto-Termico-apertura-dei-Registri-2015.aspx

6. ENEA presenta il 4° rapporto sull’efficienza energetica
Grazie alle politiche nazionali per l’efficienza energetica l’Italia ha risparmiato 7,55 milioni di tonnellate di petrolio equivalenti (Mtep) all’anno, pari a oltre 2 miliardi di euro di minori importazioni di gas naturale e petrolio, evitando la produzione di 18 milioni di tonnellate di CO2. Inoltre, grazie al solo meccanismo delle detrazioni fiscali, i cosiddetti ‘ecobonus’, oltre 2 milioni di famiglie hanno investito 22 miliardi di euro per riqualificare energeticamente le proprie abitazioni dal 2007 al 2013, con un indotto di 40 mila occupati in media l’anno. I 7,55 Mtep di risparmi derivano dalla maggiore efficienza ottenuta con il meccanismo dei Certificati Bianchi (3,4 Mtep), dall’introduzione di standard minimi di prestazione energetica (2,4Mtep), dagli incentivi nei trasporti (0,9 Mtep) e dagli ecobonus (altri 0,9 Mtep).
LINK: http://www.enea.it/it/Stampa/comunicati/energia-enea-da-efficienza-1-5-mld-di-risparmi-per-bolletta-italia-con-ecobonus-22-mld-investiti-da-famiglie

7. PUGLIA: bando per le piccole e medie imprese
Pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 77 del 04 giugno 2015 l’Avviso per la presentazione delle istanze di accesso ai sensi del Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione n. 17 del 30 settembre 2014 – Titolo VI ‐ “Aiuti per la tutela dell’ambiente” . Le risorse disponibili derivano dal Fondo Sviluppo e Coesione, in pratica l’ex Fas (Fondo aree sottoutilizzate), ma si tratta solo di una dotazione iniziale che verrà ulteriormente arricchita con la nuova programmazione P.O. Puglia 2014-2020. Grazie alle agevolazioni le imprese (micro, piccole e medie) potranno realizzare interventi per l’efficienza energetica, la cogenerazione ad alto rendimento e la produzione di energia da fonti rinnovabili.
LINK: http://www.regione.puglia.it/index.php?page=curp&opz=display&id=9531&keysh=puglia%20sviluppo

8. Regione Friuli Venezia Giulia: portale APE e VEA
Dopo una prima fase di test, si informa che è attivo in via definitiva il portale web regionale per l’invio ed il deposito, presso la regione Friuli Venezia Giulia (per il tramite di ARES Agenzia Regionale per l’Edilizia Sostenibile) delle certificazioni energetiche e delle certificazioni VEA.
Per agevolare l’inserimento da parte dei tecnici certificatori energetici di tutti i dati necessari alla corretta compilazione telematica degli attestati di prestazione energetica, l’Agenzia ha predisposto un formato *.xml, di interscambio tra gli output dei software commerciali ed il portale.
LINK: http://www.aresfvg.it

9. ANCE e il focus casa
Ridurre la pressione fiscale e incentivare l’acquisto di case nuove ad alta efficienza energetica è la ricetta per una solida ripresa proposta dall’Associazione nazionale costruttori edili (ANCE) nel rapporto “Focus Casa” presentato il 10 giugno 2015. Nel rapporto un analisi dettagliata della situazione delle costruzioni e proposte per la ricrescita.
LINK: http://www.ance.it//SalaStampa/News.aspx?id=4954&pid=-1&pcid=123&docId=20847

1. Pubblicate le Linee Guida sulle fibre artificiali vetrose
. Nella seduta del 25 marzo 2015, la Conferenza Stato/Regioni, su proposta del Ministero della Salute, ha approvato le Linee Guida per l’utilizzo in piena sicurezza delle FAV (Fibre Artificiali Vetrose) e in particolare delle lane minerali (lana di vetro e lana di roccia). Il documento ribadisce l’importanza della bio-solubilità (ovvero la concentrazione di ossidi alcalini ed alcalino/terrosi), al pari della dimensione delle fibre, come criterio di esenzione a ogni classificazione di pericolosità. Infatti, se le fibre superano il test di bio-solubilità (Nota Q) o hanno diametro medio ponderato superiore a 6 micron (Nota R) sono assolutamente sicure perché, oltre a non essere irritanti, sono classificate come non cancerogene. Da ciò discende, per la messa in opera e la rimozione di prodotti rispondenti alla Nota Q o alla Nota R, l’utilizzo delle sole norme base di prudenza (maschera protettiva, guanti, occhiali e indumenti da lavoro). Parimenti, i rifiuti costituiti da lane minerali bio-solubili sono rifiuti speciali non pericolosi, il cui deposito deve avvenire all’interno della discarica in celle simili a quelle per i rifiuti inerti.
Per ulteriori approfondimenti, consultare il sito di F.I.V.R.A: http://www.fivra.it/it/approfondimenti/13_fibre-artificiali-vetrose-linee-guida-del-ministero-della-salute

6. Avviato il programma per stimolare le PMI alla realizzazione delle diagnosi energetiche
. Pubblicato l’avviso del Ministero dello sviluppo economico e del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare che consente alle Regioni e Province autonome di presentare programmi finalizzati a sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche nelle piccole e medie aziende. L’iniziativa, prevista dalle norme di recepimento della Direttiva sull’efficienza energetica, mette a disposizione 15 milioni di euro nel 2015 per il cofinanziamento di programmi regionali volti ad incentivare gli audit energetici nelle PMI o l’adozione di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme ISO 50001.
Maggiori informazioni: http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/incentivi/energia/diagnosi-energetiche


 


@edilio_it



Network

Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio Network Edilio



Media Partner

Partner Edilio Partner Edilio Partner Edilio